Miglior fertilizzante per peperoni: Come e quando fertilizzare le piante di peperone?

Miglior fertilizzante per peperoni: Come e quando fertilizzare le piante di peperone?

Coltivare i peperoni è una delle cose più soddisfacenti e gratificanti da fare e puoi ricevere molti benefici dal coltivarli nel tuo giardino. Ma prima di sporcarti le mani, è importante sapere di quali nutrienti hanno bisogno le tue piante per prosperare nei mesi a venire. Ci sono un paio di suggerimenti che puoi facilmente fare per assicurarti che le tue piante ricevano il nutrimento di cui hanno bisogno.

Due cose da sapere: controlla i livelli di PH del tuo terreno e usa il fertilizzante giusto.

Il PH del suolo, o reazione del suolo, è un’indicazione dell’acidità o dell’alcalinità del suolo e viene misurato in unità di PH. La scala del PH può andare da 0 a 14 con PH 7 come punto neutro. Per il terreno di cui hanno bisogno le piante di peperone, abbiamo bisogno di livelli di PH compresi tra 6 e 7.

Può essere scoraggiante non sapere quale fertilizzante dovresti usare a causa della quantità di fertilizzanti venduti ovunque. Le domande che potresti porti sono se stai fertilizzando troppo spesso, non troppo o usando il fertilizzante giusto. In questo blog, esamineremo di quali tipi di nutrienti hanno bisogno le piante e quali fertilizzanti dovresti usare per la massima crescita.

Quando concimare i peperoni

In primo luogo, spargi il terreno con un fertilizzante generico o un compost prima di piantare qualsiasi pianta nel terreno. Quindi, carica frontalmente le piante con azoto per una crescita ottimale. L’aggiunta della giusta quantità di azoto stimolerà la crescita del fusto e del fogliame in modo che le tue piante di peperone crescano abbastanza grandi da sostenere diversi frutti ciascuna.

I giardinieri esperti suggeriscono di aggiungere il tuo fertilizzante azotato in questo programma: Applicare circa il 30 percento dell’azoto come parte della trasmissione pre-impianto. Due settimane dopo la semina, aggiungi il 45 percento dell’azoto. Risparmia l’ultimo 25 percento per le ultime settimane mentre la raccolta del pepe si sta concludendo.

Tre nutrienti chiave per piante di peperone forti e felici

I tre nutrienti chiave di cui hai bisogno per le tue piante di peperone sono azoto, fosfato e potassio.

L’azoto è l’elemento più importante in quanto supporta la regolazione della fotosintesi, che quindi incoraggia la produzione di foglie e la crescita delle foglie. Le piante di peperone sembrerebbero un po’ strane senza foglie, quindi l’azoto le aiuterà a sviluppare foglie e baccelli sani.

Il fosfato fornisce fosforo, che consente alle piante di consumare energia solare. Questo secondo nutriente chiave consente alla pianta del peperone di assorbire l’energia dal sole, che è ciò di cui ha bisogno per sviluppare radici forti e peperoni robusti.

L’ultimo nutriente chiave è il potassio, che svolge un ruolo fondamentale nel movimento dell’acqua e dei nutrienti, consentendo la fotosintesi senza intoppi. In altre parole, gli elementi impediscono l’acqua e altri nutrienti che scorrono attraverso una pianta.

Questi macronutrienti sono talvolta conosciuti come i tre grandi nel mondo del peperone a causa del loro ruolo cruciale nella creazione di una pianta sana. I nutrienti possono anche essere abbreviati in NPK, quindi memorizzare questi elementi può tornare utile quando fai ricerche sui fertilizzanti!

Ulteriori nutrienti necessari per le piante di peperone

Nutrienti secondari

Oltre ai tre nutrienti chiave che abbiamo spiegato sopra, c’è una raccolta di nutrienti aggiuntivi di cui le tue piante di peperone avranno bisogno. Le piante di peperone sono parziali di tre nutrienti secondari che sono calcio, magnesio e zolfo, di cui le piante avranno bisogno in quantità minori.

Il calcio aiuta altri nutrienti ad entrare nella pianta e crea reazioni enzimatiche. Il pettinato di calcio aiuta a legare insieme le pareti cellulari della pianta e le cellule nelle foglie e nei peperoni. Se la pianta manca di calcio o se i baccelli del peperone crescono troppo velocemente perché la pianta possa fornire abbastanza calcio, il fondo della pianta del peperone inizia a marcire a causa del collasso delle pareti cellulari.

Curiosità: il calcio è la stessa sostanza utilizzata per fare marmellate e gelatine!

Il magnesio è responsabile della creazione della clorofilla, il pigmento verde fondamentale nella fotosintesi. Aiuta anche a creare ATP e pectinato di calcio, che incollano insieme le pareti cellulari. Con il magnesio, ciò consentirà alle piante di assorbire meglio i nutrienti preziosi (come azoto e fosforo) e migliora notevolmente la capacità di una pianta di produrre fiori e peperoni.

Lo zolfo, l’ultimo nutriente secondario, è meglio conosciuto per la sua capacità di controllare gli insetti e le malattie fungine, ma è anche necessario per produrre amminoacidi, vitamine ed enzimi.

Traccia e nutrienti

Le piante di peperone beneficiano più di questi sei nutrienti, proprio come le persone traggono beneficio dal mangiare più di sei tipi di cibo. Gli altri dodici nutrienti forniti dal suolo e rafforzati dal fertilizzante sono:

  • Boro – necessario per la fioritura e la formazione delle cellule
  • Rame – importante nella fotosintesi e nella reazione degli enzimi
  • Ferro: entra nei citocromi, necessari per la traspirazione delle piante. Questo aiuta anche la pianta a produrre clorofilla
  • Manganese: questo minerale forma clorofilla ed enzimi e crea cloroplasti che sono i minuscoli corpi che si trovano solo nella cellula vegetale che produce cibo e le molecole di clorofilla. Il manganese è importante nella respirazione delle piante.
  • Molibdeno: il minerale entra nella creazione di enzimi e amminoacidi
  • Zinco – attiva gli enzimi e permette la lettura del codice genetico della pianta.

Un terreno sano contiene già questi nutrienti e, in caso contrario, sono disponibili prodotti che faranno il lavoro. Portare i nutrienti nel terreno per il prato o il giardino fa parte del compito di fertilizzarlo e mantenerlo sano per tutto l’anno!

Quali fertilizzanti dovrei usare per le mie piante di peperone?

Ci sono molti fertilizzanti là fuori, ma può essere complicato sapere quale usare, qual è il migliore per le tue piante di peperone o quanto spesso dovresti usarlo. Fortunatamente, abbiamo alcune opzioni di fertilizzanti che promuoveranno la migliore crescita delle piante e consigli sull’uso consigliato per queste opzioni!

Opzione 1: Miscela Supre Myco

Il Supre Mycoè un’alternativa al tè di compost con benefici Bacillus mycorrhizae e Trichoderma, ed è un’ottima formula per ottenere microbi sani nel terreno affinché le piante si nutrano. Questo contiene una miscela brevettata di batteri benefici probiotici, funghi, alghe e melassa per migliorare il terreno che è un vantaggio per le tue piante. Abbiamo due misure disponibili tra cui scegliere,5 gallonie5 once.

Ti consigliamo di utilizzare 1 cucchiaino per 1 litro. Iniziare diluendo e mescolando accuratamente la polvere in acqua fino a completa dissoluzione. Dopo la diluizione della polvere e dell’acqua, saturare uniformemente la zona radicale della pianta. Inizia dalla corona o dal bacino della pianta e inzuppa l’anima a 360 gradi, procedendo lentamente verso l’esterno finché l’intera zolla non è satura. Questo può essere miscelato in vasca o miscelato in una miscela secca e applicato con il fertilizzante! La miscela Supre Myco Tea dovrebbe essere aggiunta ai giardini ogni 30 giorni per evitare un’eccessiva fertilizzazione, che potrebbe causare più danni che benefici a lungo termine.

Opzione 2: Epsom Salt e Miracle-Gro Mix

Per preparare il mix, prendi 1,5 cucchiai di sale Epsom, 3 cucchiai di Miracle-Gro e 3 litri d’acqua. Mescolare accuratamente il Miracle-Gro e il sale Epsom nell’acqua per dissolvere completamente il mix. Distribuire uniformemente la miscela di acqua alla base della pianta in un cerchio completo per suonare le radici.

Il mix Epsom Salt e Miracle-Gro dovrebbe essere aggiunto ogni 30 giorni per evitare un’eccessiva fertilizzazione.

Ulteriori cose da sapere sulla fertilizzazione delle piante di peperone

Puoi utilizzare sia Supre Myco Tea Mix che Epsom Salt e Miracle Gro Mix per i loro nutrienti necessari, ma puoi anche utilizzare solo Epsom Salt e Miracle-Gro Mix indipendentemente una volta alla settimana con il normale programma di irrigazione. Se desideri utilizzare entrambe le opzioni di fertilizzante, ti consigliamo di seguire il programma:

  • Settimana 1: Epsom Salt e Miracle-Gro
  • Settimana 2: acqua normale
  • Settimana 3: Tè Myco
  • Settimana 4: settimana normale

Assicurati di innaffiare i peperoni nel terreno e non innaffiare sopra le piante. L’acqua sulle foglie funge da lente d’ingrandimento e può scottare al sole (ovvero scottature solari) le tue piante. Fa male quando ci ustioniamo terribilmente dal sole, quindi assicurati che le tue piante non subiscano la stessa cosa che facciamo noi!

Leggi anche:

Preferenze Privacy