Orto in inverno: Quali verdure e ortaggi puoi coltivare anche nei mesi invernali

Orto in inverno: Quali verdure e ortaggi puoi coltivare anche nei mesi invernali

L’inverno può sembrare la stagione meno adatta per coltivare l’orto, ma in realtà esistono molte varietà di verdure e ortaggi che si adattano bene anche al clima rigido. Nonostante le basse temperature e le poche ore di luce, con la giusta programmazione si possono ottenere raccolti soddisfacenti.

In Italia possiamo contare su diverse specie resistenti al freddo, che ci regalano prodotti genuini durante i mesi invernali. Oltre all’apporto nutritivo e biologico, queste coltivazioni arricchiscono giardini e terrazzi anche d’inverno. La regola di base è che ciò che si semina in estate cresce nei mesi freddi e viceversa. In questo articolo analizzeremo nel dettaglio le migliori colture per realizzare un rigoglioso orto invernale.

Ortaggi da seminare in inverno per essere raccolti in primavera

Tra gli ortaggi da seminare in inverno per il raccolto primaverile ci sono i cavoli, come cavolfiore, verza, cappuccio e broccolo, da piantare verso fine ottobre. Resistono al freddo e prediligono terreni argillosi. Ottime scelte sono la rapa autunnale, che si semina fitta da luglio a settembre, l’asparago, la bietola, il cardo, la carota, il cavolfiore e il cavolo nero.

Tutte queste specie sopportano bene le basse temperature invernali e ci regalano gustosi ortaggi nella bella stagione. Bisogna prestare attenzione ai terreni, evitando ristagni idrici, e assicurare una semina fitta. Con la giusta programmazione, si possono ottenere soddisfacenti raccolti primaverili.

Verdure che puoi seminare in inverno

Tra gli ortaggi che si possono seminare d’inverno ci sono carote, lattuga, radicchio, aglio, prezzemolo, ravanello, rucola, valeriana, piselli e fave da raccogliere in primavera. Ottime scelte anche spinaci, ceci, cipolle e lenticchie invernali. A ottobre si seminano piselli e si trapiantano cipolle.

A novembre-dicembre via libera a piselli, fave, ravanelli e spinaci. A gennaio si possono coltivare basilico, prezzemolo, rucola, lattughe, erba cipollina, carote e melanzane. D’inverno è importante usare vassoi e pacciamatura per proteggere le piantine. Con un pò di attenzione si possono ottenere gustosi ortaggi anche nei mesi freddi.

Come lavorare il terreno per fare l’orto invernale

Per preparare al meglio il terreno dell’orto invernale è importante effettuare una lavorazione accurata, sarchiando e zappando a fondo per dissodare le zolle e ridare vigore alla terra. Si può aggiungere sabbia e torba per aumentare il drenaggio ed evitare ristagni idrici con le piogge. È fondamentale poi livellare la superficie colmando eventuali buche, dato che i ristagni danneggiano le radici.

Bisogna inoltre eliminare i residui di foglie morte che possono favorire l’insorgenza di patogeni. Lavorando il terreno con cura prima della semina o del trapianto degli ortaggi invernali, questi potranno svilupparsi al meglio in un ambiente sano e fertile.

Consigli per difendere ortaggi e verdure dal gelo invernale

Per proteggere ortaggi e verdure dal gelo invernale è utile realizzare una pacciamatura con foglie secche, che isola il terreno dal freddo. Si possono anche utilizzare teli in TNT, fissandoli sotto i vasi per coprire completamente le piante più sensibili.

È importante scegliere varietà rustiche, trapiantare quando le temperature sono ancora miti e coltivare in una serra fredda. Infine si possono utilizzare tunnel o campane per riparare fragole, insalate e altri ortaggi delicati. Con piccoli accorgimenti si possono difendere efficacemente le colture.

Preferenze Privacy