Potatura ciliegio: Come farla correttamente per una crescita sana con abbondanti raccolti

Potatura ciliegio: Come farla correttamente per una crescita sana con abbondanti raccolti

La potatura è una pratica fondamentale per garantire la salute e la produttività del ciliegio. Eseguirla nel modo corretto permette di stimolare la fruttificazione e contenere lo sviluppo della chioma. Bisogna però evitare potature drastiche che possono indebolire e danneggiare la pianta. Gli interventi vanno eseguiti in inverno, rimuovendo i rami secchi o malati e accorciando quelli sani per favorire l’ingresso di luce e aria.

È importante disinfettare gli attrezzi dopo ogni taglio. La potatura serve anche per l’innesto, tecnica indispensabile per coltivare varietà come il bergamotto, che vengono innestate su portainnesti resistenti per ottenere piante dai frutti pregiati.

Quando potare il ciliegio, il periodo esatto fa la differenza

Il momento migliore per potare un ciliegio può variare a seconda delle preferenze individuali del potatore. Alcuni preferiscono potare in inverno, mentre altri preferiscono la primavera o l’estate. La potatura estiva può aiutare a prevenire malattie e incoraggiare una crescita più lenta dell’albero. Al contrario, la potatura invernale, che avviene quando l’albero è dormiente, incoraggia una crescita più rapida e facilita la visualizzazione della struttura dell’albero.

La potatura primaverile, dopo che i germogli si sono aperti, aiuta a rimuovere eventuali rami malsani e incoraggia una struttura ramificata desiderata, ma potrebbe non incoraggiare la stessa crescita del ciliegio. Il momento migliore per potare i ciliegi fruttiferi è alla fine dell’estate, dopo che l’albero ha fruttificato.

Potare pianta di ciliegio in formazione

La potatura di formazione è fondamentale nei primi anni di vita della pianta per definirne la forma. Va eseguita tra fine primavera e inizio estate quando le temperature miti favoriscono la cicatrizzazione. Si effettua su piante fino a 4 anni, poiché dal quinto il ciliegio inizia a fruttificare. Questa potatura plasma la chioma in modo da massimizzare l’ingresso di luce e aria. Si eliminano i rami sovrapposti, incrociati o troppo vigorosi. Dopo ogni taglio è importante disinfettare gli attrezzi.

Potatura di produzione del ciliegio

Va eseguita annualmente su piante adulte in inverno, quando si trovano in fase di riposo vegetativo. Si eliminano i rami secchi, malati o troppo vecchi per favorire il ricambio e ridurre le possibilità di infezioni. Si accorciano leggermente i rami che hanno fruttificato per stimolare la crescita di nuovi germogli. Dopo la potatura, si consiglia di applicare mastici cicatrizzanti sui tagli. Una corretta potatura di produzione permette di regolare l’equilibrio vegetativo della pianta e aumentarne la produttività negli anni.

Quando potare un ciliegio adulto

Va eseguita nel periodo di riposo vegetativo, tra fine gennaio e fine febbraio, con la cosiddetta potatura secca. Si praticano tagli di ritorno sui rami meno produttivi per stimolare nuova vegetazione. Il momento dipende dal clima: nelle zone più fredde è meglio aspettare febbraio. Bisogna evitare sempre il rischio di gelate. Questa potatura si può fare anche a fine estate, l’importante è stare lontani dalle fasi di germogliamento, fioritura e fruttificazione.

Come potare il ciliegio

Nelle piante giovani si effettua tra primavera ed estate, mentre negli alberi adulti a fine estate o fine inverno, evitando le fasi di germogliamento e fruttificazione. I tagli devono essere leggeri, obliqui, con attrezzi affilati e disinfettati. Meglio cesoie e forbici che seghetti o motoseghe. Dopo la potatura, i rami rilasciano una sostanza gelatinosa: segno che faticano a cicatrizzare.

Nella potatura di formazione su piante giovani, il primo anno si eliminano i fiori, poi si accorciano i rami centrali e quelli laterali. Nella potatura di produzione su piante adulte, si tolgono rami secchi, deboli o aggrovigliati per favorire l’equilibrio vegetativo. La potatura serve per ottenere una chioma arieggiata che favorisca l’illuminazione e la crescita ordinata dei nuovi germogli.

I ciliegi dovrebbero essere potati ogni anno?

Per mantenere una forma equilibrata e promuovere una crescita sana, è consigliabile potare i ciliegi ogni anno. Inoltre, può anche aumentare la produzione di frutta poiché i germogli rimanenti saranno esposti maggiormente alla luce solare. È importante cercare di limitare il numero di tagli durante la potatura, si consiglia di rimuovere solo alcuni rami interi per garantire una struttura aperta e ben distribuita nella chioma.

Scarica la nostra guida gratuita in PDF:

Preferenze Privacy