Quando piantare le piantine di fave

Quando piantare le piantine di fave per un raccolto abbondante

La fava è un legume di facile cultura, poco impegnativo. Consumato crudo o cotto, appartiene al gruppo botanico delle vecce, da cui il nome scientifico di Vicia faba. È una pianta il cui frutto è un baccello.

Quest’ultimo immaturo può essere consumato interamente (questo vale anche per le taccole o più semplicemente fagiolini). I suoi semi sono più spesso apprezzati freschi o essiccati. Da un punto di vista agronomico, le Fabaceae hanno l’incomparabile vantaggio di nutrire il suolo con azoto.

Infatti le piante appartenenti a questa famiglia hanno la notevole capacità di fissare e quindi ripristinare l’azoto che immagazzinano nelle loro radici.

In questo articolo vediamo come e quando si piantano le fave.

Come coltivare le fave

Le piante di fave sono varietà polari che coltivano viti lunghe o tipi di cespugli a crescita bassa. La maggior parte delle varietà di fave sono verdi, ma ci sono anche fave violarosse, e gialle. I fagiolini sono lunghi diversi cm e di forma rotonda e appiattita.

Per mangiarli freschi, vengono raccolti giovani e teneri prima che i semi all’interno si siano completamente sviluppati.

Le fave sono ortaggi annuali che crescono rapidamente e si possono piantare in primavera, non appena il pericolo di gelo è passato. 

I fiori compaiono circa due mesi dopo la semina. Il tempo di raccolta varia notevolmente, a seconda del tipo di fava e della varietà che sarà coltivata: fava verdesgusciato o secco.

Quando fare il trapianto delle fave

Le fave possono essere coltivate durante i mesi caldi, solitamente da marzo a giugno, a seconda delle condizioni climatiche e delle varietà scelte. In generale, nel nord Italia la coltivazione delle fave può essere avviata a marzo, mentre nel sud Italia si può anticipare a febbraio.

È importante scegliere varietà adatte al clima e al terreno della propria zona e prestare attenzione alle esigenze idriche della pianta. Consigliabile evitare di coltivare le fave in terreni troppo umidi o in zone esposte a forti gelate.

Dove piantare le fave

Le fave preferiscono essere coltivate in un’area soleggiata del vostro orto o giardino. Evitate zone con ristagni d’acqua o terreni troppo compatti. Inoltre, considerate la rotazione delle colture, evitando di piantare le fave nello stesso luogo in cui sono state coltivate o altre leguminose negli anni precedenti, per ridurre il rischio di malattie e favorire la fertilità del terreno.

  • Coltiva le fave in pieno sole, 8 ore di sole o più ogni giorno. I fagioli cresceranno in ombra parziale ma il raccolto non sarà completo.
  • Coltiva i fagioli di fava in un terreno ben drenato e ricco di materia organica.
  • Prepara in anticipo i letti di piantagione, lavorando 5-7 cm di compost nel terreno.
  • Evitare di piantare le fave dove l’azoto del suolo è alto o dove sono appena cresciute le colture di concime verde; questi fagioli produrranno fogliame verde ma pochi fagioli di fava.
  • Le piante di fava preferiscono un PH del terreno compreso tra 7,0 e 8.
  • I fagioli crescono meglio a temperature comprese tra 10-29 ° C.
  • La temperatura ottimale del suolo in crescita per la fava è compresa tra 15-29 °.
  • Impostare i trapianti in giardino due settimane dopo l’ultima gelata.
  • Semina le fave ogni due settimane per un raccolto continuo.
  • Le fave non fissano i baccelli a temperature superiori a 26,7 °. Pianifica le tue coltivazioni di fave per evitare il caldo.
  • Nelle regioni con inverno mite, i fagioli possono essere seminati in autunno per il raccolto invernale.

Come trapiantare le piantine di fave

Il trapianto delle fave è un processo importante per favorire una crescita sana e vigorosa delle piante. Prima di tutto, preparate il terreno allentandolo e arricchendolo con compost o letame maturo. Attendete che le piantine di fave abbiano sviluppato almeno 15-20 centimetri di altezza e un sistema radicale ben sviluppato.

Praticate dei buchi nel terreno, mantenendo una distanza di circa 30-40 centimetri tra le piante. Trasferite delicatamente le piantine nei buchi, cercando di disturbare il meno possibile le radici. Coprite le radici con terra e compattate delicatamente intorno alla base delle piantine per stabilizzarle.

Annaffiate abbondantemente le piante trapiantate per favorire l’attecchimento. Continuate ad annaffiare regolarmente le fave trapiantate, mantenendo il terreno umido ma non eccessivamente bagnato.

Come piantare le fave in giardino

Le fave vengono generalmente seminati direttamente in giardino, poiché non amano essere trapiantati. Le loro radici sono poco profonde e facilmente danneggiabili. Se vuoi iniziare la semina e la coltivazione dentro casa, piantali in vasi biodegradabili e trapianta l’intero contenitore in giardino. La regola più importante per coltivare le fave è di non piantare i semi troppo presto. Pianta dopo che tutto il pericolo di gelo è passato. I semi seminati troppo presto possono marcire in un terreno freddo e umido e le piante hanno bisogno di un clima caldo per prosperare.

  • Pianta i semi a 2/3 cm di profondità e assicurati di annaffiare il terreno immediatamente dopo la semina, e poi regolarmente fino a quando non germogliano. Non lasciare asciugare il terreno.
  • Le fave possono essere piantate in file distanti tra gli 80 e i 90 cm di distanza, con semi posti a 2 o 3 cm di spazio tra loro. Dopo che le piante sono germogliate, assottiglia le piantine a 7-8 cm di distanza.

Le fave polacche ad esempio, hanno bisogno di un tipo di supporto su cui crescere. Il supporto dovrebbe essere alto da 180 a 220 cm. Assicurati che il traliccio, o altro supporto sia a posto prima di seminare. Pianta 3-4 semi di fava per palo, distanziati di almeno 80-90 cm l’uno dall’altro. Pali spaziali, tralicci o tepee a una distanza di 90 cm.

La maggior parte dei fagiolini di fava è determinata, il che significa che la maggior parte del raccolto avviene in un periodo molto breve, di solito da 2 a 3 settimane. La semina in successione ogni due settimane manterrà il raccolto di fagioli più a lungo.

Quando annaffiare la tua coltivazione di fave

  • Coltiva i fagioli in un terreno uniformemente umido. Dare alle piante di fagioli 2,5-3,8 cm d’acqua ogni settimana.
  • Non immergere i semi prima della semina e non innaffiare eccessivamente dopo la semina. I semi di fava possono rompersi e germogliare male se l’umidità del terreno è troppo alta al momento della semina.
  • Mantieni il terreno uniformemente umido durante la fioritura e la formazione dei baccelli. I fagioli in terreno asciutto non fioriranno né fisseranno i baccelli.
  • La pioggia o l’irrigazione dall’alto durante la fioritura possono far cadere fiori e piccoli baccelli. L’irrigazione dall’alto lascerà anche i fagioli suscettibili alle malattie.
  • Pacciamatura per conservare l’umidità una volta che la temperatura del suolo è superiore a 15,6 ° C
  • Quando avviene la raccolta delle fave coltivate in giardino
  • La raccolta delle fave è un compito continuo e più raccogli, più fagioli le piante produrranno. Puoi iniziare a raccogliere in qualsiasi momento dopo che le fave si sono formate. I contadini di solito raccolgono le fave quando sono giovani e tenere, delle dimensioni di una piccola matita. Le fave troppo mature possono essere dure e fibrose.

In generale, le fave sono pronte per la raccolta in 50-55 giorni dopo la semina. Le fave polari impiegheranno dai 55 ai 65 giorni, a seconda della varietà. Controlla il pacchetto per assicurarti che la tua scelta avrà il tempo di maturare nella tua stagione di crescita. Raccogli tirando delicatamente ogni chicco dalla vite o spezzandola all’estremità della vite. Fare attenzione a non danneggiare la pianta durante la raccolta.

Le fave polari hanno bisogno di tempo per permettere alle loro viti di crescere prima di iniziare a mettere i fagioli. Iniziano a produrre più tardi dei fagioli, ma continuano a produrre durante la stagione di crescita. Continua a raccogliere le fave, altrimenti i baccelli dei semi matureranno, indicando alla pianta che dovrebbe smettere di fiorire e far crescere le fave.

Approfondimento:

Tullio Fiore
Tullio Fiore

La mia passione per il mondo del verde e della coltivazione risale a molti anni fa. Fin da bambino sono rimasto incantato dalla bellezza e dai colori della natura. Ho iniziato così un profondo percorso di scoperte ed esperienze nell'orticoltura che dura ancora oggi. Come autore sul blog Festival Degli Orti, ho potuto condividere le mie conoscenze maturate negli anni con chi, come me, ama prendersi cura di piante e colture. Nei miei articoli mi impegno a trasmettere tutto l'entusiasmo e l'impegno che metto in questa attività. La mia passione è trasmettere le migliori tecniche di giardinaggio e offrire suggerimenti pratici per creare spazi verdi rigogliosi e produttivi. Descrivere nel dettaglio le fasi di semina, cura e raccolto delle varie specie, è per me un modo per contribuire al successo degli orti e dei giardini. Il mio obiettivo principale è avvicinare chiunque al mondo meraviglioso della natura. Attraverso i miei articoli chiari e coinvolgenti, spero di ispirare nuovi appassionati a godere dei benefici della coltivazione e della vita all'aperto. Condividere la mia esperienza è il modo migliore per celebrare l'amore per il verde che mi accompagna da sempre.

Articoli: 60
Preferenze Privacy