Quando si pianta lo zafferano

Quando si pianta lo zafferano

Lo zafferano viene impiegato nella medicina popolare per stimolare la digestione. Nella medicina cinese, invece, è utilizzato in caso di menorragia, oppure in caso di amenorrea.

Lo zafferano è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Iridaceae. Ci sono diverse specie di zafferano, ma la più diffusa è Crocus sativus, utilizzata per la produzione del pregiato spezia dal caratteristico colore giallo-arancione.

La pianta di zafferano ha foglie sottili e lineari, mentre i fiori sono piccoli e presentano tre petali di colore viola o giallo, a seconda della varietà.

Lo zafferano cresce meglio in climi temperati, con temperature diurne comprese tra i 15 e i 25°C e notti fresche. La pianta ha bisogno di molta luce, ma non tollera il pieno sole. Il terreno ideale per lo zafferano deve essere ben drenato, leggero e ricco di nutrienti.

Lo zafferano viene coltivato principalmente in regioni a clima mediterraneo, come il Marocco, la Spagna e l’Italia. La coltivazione dello zafferano richiede tempo e pazienza, poiché la pianta impiega circa tre anni per arrivare a maturazione.

Una volta raccolti, i fiori vengono essiccati al sole e i pistilli vengono estratti manualmente per ottenere la spezia.

Quando si pianta lo zafferano e come si coltiva

Conosciuta come la spezia più costosa al mondo, lo zafferano è una spezia derivata dagli stimmi dei fiori della pianta del croco dello zafferano, Crocus sativus, un membro della famiglia dell’iris. Originario della regione dell’Asia Minore, la maggior parte dello zafferano (circa l’85%) è ora prodotto in Iran e utilizzato per scopi culinari, nonché per medicine, coloranti e profumi.

Dal punto di vista culinario, lo zafferano è apprezzato sia per il suo sapore aromatico che per il bel colore dorato. La spezia allo zafferano è un ingrediente comune nei piatti spagnoli come la paella ai frutti di mare. Usa i fili di zafferano per esaltare il sapore di riso, couscous e stufati.

Lo zafferano è prezioso proprio perché richiede molto tempo per coltivare e raccogliere i fiori, ricavando gli stimmi che poi formeranno la spezia.

Quando piantare lo zafferano

Lo zafferano è una pianta perenne che viene coltivata principalmente nella regione della Lombardia, in Italia.

La semina dei bulbi di zafferano avviene in autunno, da settembre a novembre. I bulbi vengono interrati ad una profondità di circa 8-10 cm, lasciando circa 20 cm tra un bulbo e l’altro. In primavera, quando le temperature iniziano a diventare più miti, i bulbi germogliano e spuntano le foglie.

Durante la fase di crescita, è importante mantenere il terreno ben irrigato, ma senza eccessiva umidità. Inoltre, è fondamentale proteggere le piante dalle temperature troppo rigide, soprattutto durante la fase di fioritura, che avviene da aprile a maggio.

Nel sud Italia, lo zafferano può essere coltivato anche in autunno, con la semina dei bulbi che avviene in settembre-ottobre, per poi raccogliere i fiori in primavera.

Istruzioni per la coltivazione

  1. Pianta i bulbi di croco di zafferano a fine estate, in vasi o bordure, in un luogo caldo e soleggiato. Distanziali a 15 cm di distanza l’uno dall’altro, a una profondità di circa 10 cm, quindi compatta il terreno e annaffia bene.

2. Quando i crochi fioriscono in autunno, raccogli i fili di zafferano rimuovendo i lunghi e luminosi stimmi rosso arancio dal centro dei fiori usando una pinzetta. Ogni fiore produce solo tre stimmi, quindi raccoglili con cura.

3. Disporre gli stimmi raccolti su un tovagliolo di carta per farli asciugare bene per alcuni giorni in un luogo caldo e asciutto, quindi conservare in un contenitore ermetico. Utilizzare con parsimonia in una vasta gamma di piatti, sia salati che dolci, dove aggiungeranno colore e sapore.

Informazioni su come coltivare bulbi di croco di zafferano

Lo zafferano è stato spesso descritto come una spezia che vale più del suo peso in oro. È così costoso che potresti chiederti “Posso coltivare bulbi di croco di zafferano e raccogliere il mio zafferano ?”. La risposta è si; puoi coltivare lo zafferano nel tuo giardino di casa. Continua a leggere per imparare a coltivare lo zafferano.

Prima di coltivare il croco allo zafferano

Lo zafferano deriva dal bulbo del croco di zafferano ( Crocus sativus ), che è un croco a fioritura autunnale. La spezia è in realtà gli stimmi rossi di questo fiore di croco. Ogni fiore produrrà solo tre stimmi e ogni bulbo di croco di zafferano produrrà solo un fiore.

Quando coltivi lo zafferano, trova prima un posto dove acquistare i bulbi di croco di zafferano. La maggior parte delle persone si rivolge online per acquistarli, anche se potresti trovarli in vendita in un piccolo garden locale.

Una volta acquistati i bulbi di croco di zafferano, puoi piantarli nel tuo giardino. Dato che sono crochi autunnali, li pianterai in autunno, ma probabilmente non fioriranno l’anno in cui li pianterai. Invece, vedrai il fogliame in primavera.

I bulbi di croco allo zafferano non si conservano bene. Piantali il prima possibile dopo averli acquistati.

Leggi ancheQuali erbe coltivare.

Come coltivare piante di zafferano

Le piante di zafferano necessitano di un terreno ben drenante e molto sole. Se il croco di zafferano viene piantato in un terreno paludoso o povero drenante, marcirà. Oltre a aver bisogno di buon terreno e sole, i crochi allo zafferano non sono schizzinosi.

Quando pianti i bulbi di croco di zafferano, mettili nel terreno a una profondità di circa da 7,5 a 13 cm e ad almeno 15 cm di distanza l’uno dall’altro. Circa 50-60 fiori di zafferano produrranno circa 1 cucchiaio (15 ml) di spezie allo zafferano, quindi tienilo a mente quando calcoli quanti piantarne.

Ma tieni anche presente che il croco allo zafferano si moltiplica rapidamente, quindi in pochi anni ne avrai più che sufficienti. Dopo che i bulbi di croco di zafferano sono stati piantati, hanno bisogno di pochissime cure. Saranno resistenti fino a -26 C.

Puoi concimarli una volta all’anno, anche se crescono bene senza essere fertilizzati. Puoi anche annaffiarli se le precipitazioni nella tua zona sono inferiori a 4 cm a settimana. Coltivare il croco allo zafferano è facile e sicuramente rende la costosa spezia molto più conveniente.

Ora che sai come coltivare piante di zafferano, puoi provare questa spezia nel tuo orto.

Come raccogliere lo zafferano

Entro la fine dell’estate, il tuo zafferano sarà quasi pronto per la raccolta e completamente pronto in autunno. La raccolta dello zafferano comporta l’accurata raccolta degli stimmi dai fiori appuntiti. Usa le dita o un paio di pinzette per rimuovere gli stigmi.

Dopo la raccolta, asciugate gli stimmi con un tovagliolo di carta e conservateli in un contenitore ermetico. Per il massimo del sapore e della freschezza, utilizzare lo zafferano entro sei mesi dalla raccolta.

Per chi fosse interessato a saperne di più, vi consigliamo di guardare il video realizzato da Matteo Cereda di Orto Da Coltivare:

Redazione
Redazione

Il nostro team è composto da giovani entusiasti del giardinaggio e della coltivazione, uniti dalla passione per la natura. Attraverso i nostri articoli, guide e consigli pratici, condividiamo con voi il meraviglioso mondo della pianticoltura. Collaboriamo con esperti del settore, che contribuiscono con le loro conoscenze ed esperienze per offrire contenuti sempre aggiornati e di alta qualità. La nostra missione è fornire informazioni utili, ispirazione e supporto per aiutarvi a raggiungere i migliori risultati nel vostro giardino o orto. Siamo qui per accompagnarvi in ogni fase del vostro percorso verde, offrendo consigli personalizzati e soluzioni pratiche. Insieme, esploreremo il potenziale delle piante e creeremo ambienti rigogliosi e accoglienti.

Articoli: 110